Secondo giorno: din don... siamo noi!!

Casa per casa (o meglio condominio dopo condominio) e campanello dopo campanello la nostra squadra si fa notare. Ci siamo concentrati nella zona dello stadio per giocare una partita non proprio facile!

Oggi è cominciata anche l’animazione nelle scuole elementari. Alla sera, invece, II centro di ascolto del vangelo: un momento di incontro e di scambio fraterno a partire da un pagina del vangelo. Ben 17 postazioni in tutto il territorio della parrocchia, 17 piccole chiese domestiche. La prima sera è Gesù che ci ha chiesto: Chi sono io per te, mentre la seconda sera ci siamo lasciati scaldare il cuore dalla vita della prima comunità cristiana per sentirci anche noi pietre vive nella costruzione della nostra comunità.

La missione sta prendendo il suo ritmo e ci auguriamo che tanti si lascino coinvolgere e travolgere dal vento dello Spirito!


Angela

Missione al popolo
"La vostra parrocchia deve essere una Chiesa senza pareti, che accoglie tutti, che non chiede la tessera a nessuno, che non chiede il distintivo del club e non chiede la carta d'identità a nessuno, dove tutti vanno a trovare ristoro e tranquillità e la possibilità di rapportarsi con Dio. Una Chiesa senza pareti e senza tetto, una Chiesa cioè che sa guardare più in alto del soffitto"
Don Tonino Bello