Condividi questo articolo:

Provocazioni dalla Prima Lettera di Pietro per un cammino quaresimale:

“Voi Lo amate pur senza averLo visto?”

In ascolto della Parola per dare ragione della nostra speranza.

In Sala Braggio, dal 4 marzo 2022, ore 21.00

nei primi quattro venerdì di Quaresima.

Relatrice: sr. Elena Bosetti, teologa-biblista

 

La nostra parrocchia (Unità Pastorale di San Massimo) è lieta di proporre questo ricco itinerario spirituale, chiamandoci a meditare su un testo che mira a promuovere la vita ecclesiale.

Da sempre la Quaresima è tempo privilegiato per l’ascolto della Parola di Dio, quell’ascolto che è il primo e fondamentale atteggiamento che Dio chiede al suo popolo: “Shemà Israel, Ascolta Israele”.

In effetti, senza profondo ascolto della Parola non si dà cammino di conversione e di fede, perché la “fede”, dice San Paolo, “nasce dall’ascolto” (fides ex auditu).

In tale prospettiva proponiamo quattro venerdì di “digiuno” di parole per “nutrirci” di Parola, un percorso attraverso la Prima Lettera di Pietro, quanto mai adatta per il cammino quaresimale perché è la lettera della rinascita, della “rigenerazione cristiana”, della “speranza viva”.

Pietro chiama i cristiani “eletti stranieri” e con profonda emozione può dire: “Voi lo amate pur senza averLo visto” (1Pt 1,8).

È stupendo questo amore che forse noi oggi diamo per scontato, un amore che fa corpo con la fede e nasce “senza avere visto” Gesù.

Tornano alla mente le parole del Risorto all’apostolo Tommaso: “Perché mi hai veduto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!” (Gv 20,29).

Ma noi, cristiani di oggi, AMIAMO davvero Gesù e CREDIAMO in Lui?

Programma (lettura e commento):

  1. Venerdì 4 marzo: La prima “enciclica” di Pietro. Benedizione e immensa gioia per il dono della rinascita – 1Pt 1,1-12
  2. Venerdì 11 marzo: “Cingersi i fianchi della mente per un cammino di speranza, di santità e di amore fraterno senza ipocrisia” – 1Pt 1,13-25
  3. Venerdì 18 marzo: “Cristo patì per voi, lasciandovi un esempio, perché ne seguiate le orme” – 1Pt 2,21-25
  4. Venerdì 25 marzo: “Ciascuno, secondo il dono ricevuto, lo metta a servizio degli altri…” – 1Pt 4,1-11

Alcuni spunti di riflessione in preparazione all’incontro:

– Pensiamo che il Vangelo sia una buona notizia da condividere oppure è diventato il nostro rifugio per una fede privata?
– Quanto è cambiata oggi la nostra immagine di Dio dal tempo del catechismo?
– Come possiamo attuare una vicinanza comunitaria nei tempi della pandemia?
– Quanto ci impegniamo per favorire l’integrazione nel nostro quartiere?
– Come affrontiamo le ingiustizie, il dolore, le difficoltà, nostre e del prossimo?

La meditazione è tenuta da sr. Elena Bosetti, che da qualche tempo risiede fra noi come parrocchiana.

Rinomata teologa e biblista, suora di Gesù buon Pastore della famiglia Paolina, autrice di numerosi studi, articoli e pubblicazioni, come si può evincere dal suo sito web: https://elenabosetti.webnode.it.

Si dedica alla formazione biblica, al ministero della Parola, alla guida di ritiri e di esercizi spirituali, in Italia e all’estero.